Il Comune mette a disposizione della Asl i nuovi locali della guardia medica per somministrare i vaccini anti Covid-19. Con una nota indirizzata alla direttrice generale Pierpaola D'Alessandro, il sindaco Luigi Germani ha formalizzato la disponibilità a concedere in comodato d'uso lo stabile che ospita il servizio di continuità assistenziale per la realizzazione di un centro vaccinale.

La struttura era già stata ritenuta valida dopo la prima ondata di contagi come possibile sede di un drive in per i tamponi. A luglio scorso fu l'allora dg Patrizia Magrini a visitare lo stabile di via Stazione ritenendolo potenzialmente idoneo sia per la realizzazione di un centro vaccinale che per l'istituzione di un servizio di prossimità come quello dell'infermiere di famiglia.

La struttura di Arce, anche grazie agli adeguamenti eseguiti sullo stabile dalle ultime due amministrazioni comunali, ha delle grandi potenzialità sia per come è realizzata che per la sua posizione baricentrica rispetto agli ospedali di Sora, Cassino e Frosinone. Potrebbe servire l'utenza di numerosi comuni della Valle del Liri riducendo il carico sugli altri centri ed evitando inutili spostamenti.

«Ho ribadito al nuovo direttore generale - ha detto Germani - la massima disponibilità per l'eventuale uso dello stabile della guardia medica e per le esigenze connesse. Ci rendiamo conto della delicatezza del momento e dell'importanza di poter vaccinare in tempi stretti il maggior numero di persone. Nei prossimi giorni sentirò telefonicamente anche tutti i medici di famiglia offrendo loro la disponibilità dei locali comunali.
Approfitto per ringraziare ancora una volta tutti gli operatori sanitari e i dirigenti dell'Asl di Frosinone per il lavoro che stanno svolgendo per il bene di tutti».