Sport e giovani, che chiedono strutture idonee. Sembra un tema lontano dal momento che si sta vivendo eppure si fotografa una situazione che da tempo si trascina e si invoca una speranza per il futuro. A parlare è Identità Cassinate che ricorda: «È ormai entrata nel vivo la preparazione per i Cnu dopo la designazione di Cassino come location in cui si svolgeranno lecompetizioni sportive. Un'occasione di straordinaria importanza per tutto il territorio e per l'ateneo».

Tuttavia, i dirigenti dell'as sociazione "Identità Cassinate", Enrico Maria Meta e Alessio Di Cicco, sottolineano con rammarico come la città non faccia dello sport un cavallo di battaglia. «Nonostante abbia molti giovani che praticano quotidianamente attività sportiva, non possiede una palestra e una piscina comunale, quest'ultima inagibile e in completo stato di abbandono. Per noi lo sport è uno di quegli elementi cardini da cui una società moderna non può prescindere; è uno strumento di socializzazione, Lo scheletro della piscina comunale così da anni uno stimolo che aiuta a dare il meglio di se stessi e perseguire un sano stile di vita. Lo sport deve unire e non deve assolutamente rappresentare un motivo di divisione; si pensi, ad esempio, a tutte quelle famiglie indigenti che non possono sostenere le spese per permettere ai propri figli di far praticare attività sportiva; sicuramente, la presenza di strutture sportive pubbliche aiuterebbe a combattere queste disuguaglianze sociali.
Il problema è uno di quelli che ci trasciniamo da molti anni».

L'auspicio finale è che i prossimi mesi, situazione epidemiologica permettendo, possano rappresentare «un punto di ripartenza per il settore, facendo dello sport uno strumento per combattere lo stress psico-fisico accumulato durante la pandemia e per rendere Cassino una città a prova di giovane». Il presidente dell'associazione Alessandro Di Sano e il portavoce Danilo Evangelista evidenziano l'importanza di portare avanti un progetto di questo tipo, coinvolgendole associazioni sportive della zona, nonchè tutti quei professionisti cassinati che si sono distinti in ambito agonistico».