Un apprezzamento a una ragazza e non ci ha visto più.
Lo ha rincorso, inseguito per il centro storico fino a colpirlo, a farlo cadere, a colpirlo nuovamente e a procurargli diverse ferite. È l'accusa a cui deve rispondere un quarantenne di Ferentino che è stato rinviato a giudizio. La prossima udienza è stata fissata per il prossimo 19 ottobre. La persona aggredita è un settantenne, anche lui residente nella città gigliata.

La ricostruzione
I fatti risalgono a novembre dello scorso anno. Il quarantenne era in compagnia di una ragazza quando, stando alle accuse, si sarebbe infuriato per un apprezzamento, a suo dire, da parte dell'a nziano verso la donna che era con lui. Da lì è scaturita una discussione che è sfociata nell'a ggressione. Il pensionato, dopo che i toni si sono alzati, è andato via, ma il ferentinate, sempre stando alle accuse, lo ha rincorso per il centro storico, davanti agli occhi increduli di altre persone e lo ha colpito con calci anche quando è caduto a terra. Colpito alle costole, braccio, spalla, schiena, facendolo cadere più volte.

I soccorsi
È stato necessario l'intervento del personale medico che ha trasportato il ferito in ospedale per le cure del caso. I medici hanno riscontrato al settantenne una prognosi di trenta giorni. Il quarantenne è finito così nei guai con l'accusa di lesioni personali nei confronti dell'anziano. Rinviato quindi a giudizio e la prossima udienza è stata ora fissata al mese di ottobre nel tribunale di Frosinone. L'uomo è difeso dall'avvocato Mario Cellitti.