La moglie annuncia il suo allontanamento dall'abitazione e lui minaccia il suicidio, evitato solo dal tempestivo intervento dei carabinieri. L'episodio si è verificato a Santi Cosma e Damiano in una zona compresa tra Grunuovo e Cerri Aprano, dove abita un cinquantacinquenne, il quale non si rassegnava al fatto che la moglie avesse deciso di troncare il loro rapporto.
In verità i rapporti tra i due, negli ultimi tempi, si erano raffreddati e il rischio che ci fosse un distacco definitivo c'era, ma non era immaginabile la reazione dell'uomo, che ha minacciato il suicidio. Tutto ha avuto inizio l'altro giorno quando la signora, di qualche anno più piccola del marito, ha annunciato che si sarebbe allontanata definitivamente dall'abitazione familiare.

Il cinquantacinquenne non ha accettato questa decisione e tra i due è nata una discussione.
Fortunatamente i vicini di casa, sentendo i toni delle voci non proprio bassi, hanno chiamato la centrale operativa dei carabinieri che ha inviato sul posto una pattuglia della stazione di Santi Cosma e Damiano. I militari, giunti sul posto in pochi minuti, riuscivano ad entrare nell'appartamento, dove trovavano l'uomo che si era messo un coltello da cucina alla gola ed aveva deciso di ingerire un mix di alcool e medicinali. La disperazione dell'uomo non sembrava placarsi e il compito dei militari non si presentava affatto semplice.

I carabinieri della stazione di Santi Cosma e Damiano, però, hanno saputo gestire la delicata situazione; con sangue freddo e tanta pazienza, hanno subito cercato di tranquillizzare l'aspirante suicida. Un comportamento che si rivelava vincente, in quanto dopo essersi avvicinati con molta calma, riuscivano a bloccare l'uomo, che veniva disarmato. Un intervento che si è rivelato determinante, visto che il protagonista della vicenda, nativo di Formia, non riusciva a mettere in pratica l'insano gesto. Una volta tranquillizzato l'uomo veniva soccorso dai sanitari del 118, i quali, successivamente lo trasferivano presso l'ospedale Dono Svizzero di Formia per le cure del caso. Una storia familiare che ha avuto un epilogo positivo grazie al tempestivo e professionale intervento dei militari dell'Arma.