"Sport e Salute SpA" (già Coni Servizi), la società che gestisce in nome e per conto del Coni il suo patrimonio immobiliare, ha deciso di avviare l'istruttoria per la riqualificazione della palestra Coni, chiusa per decisione del Coni stesso, propietario dell'immobile, dal giugno del 2018. Giovedì scorso il presidente di "Sport e Salute", Vito Cozzoli, ha inviato al Comune di Frosinone e alla Regione Lazio, una lettera i cui manifestava la volontà di riattivare l'impianto.

Nella nota, oltre a ripercorrere le fasi e gli eventi che hanno portato nel 2018 alla dolorosa chiusura della struttura, Cozzoli ha espresso soddisfazione per l'interesse manifestato, a margine di un incontro tra le parti della scorsa estate, dalla Regione Lazio a sostenere economicamente le spese necessarie alla ristrutturazione dell'impianto, unitamente al rinnovato interesse mostrato dal Comune di Frosinone ad acquisire la gestione dell'impianto ad avvenuta riqualificazione. "Sport e Salute" ha proposto un'istruttoria finalizzata alla predisposizione e successiva ratifica di una convenzione che vada a disciplinare gli impegni da assumere reciprocamente con relativo sopralluogo tecnico alla struttura tra i vari referenti delle parti in causa.

«Esprimo la mia personale soddisfazione - ha detto il consigliere Angelo Pizzutelli - per l'attenzione comunque mostrata dalla Regione Lazio nelle persone del presidente Nicola Zingaretti, del presidente del Consiglio regionale Mauro Buschini e del consigliere Sara Battisti, ai quali agli inizi del mese di giugno dello scorso anno inviai un'accorata lettera affinché l'Ente regionale si facesse carico di convocare il Comune di Frosinone, cercando di trovare una sintesi operativa e gestionale tra le parti da proporre alla società "Sport e Salute" del Coni proprietaria della struttura. La risposta successiva del capo di gabinetto di Zingaretti, Albino Ruberti, alla mia richiesta, fece sì che Comune di Frosinone e Regione Lazio si incontrassero in maniera interlocutoria ma costruttiva nel mese di luglio dello scorso anno, alla presenza dei vertici regionali del Coni, del consigliere Battisti e del sindaco Ottaviani, fino ad arrivare alla lettera inviata alle parti dalla società "Sport e Salute" del Coni».

«L'auspicio, dunque, è che la svolta in positivo sulla tanto sperata riapertura dell'impianto, possa essere davvero fattiva e a portata di mano per la gioia delle numerose associazioni sportive frusinati e degli sportivi e cittadini tutti, legati affettivamente allo storico "Palazzetto di Via Mola Vecchia" teatro di tantissimi eventi nel corso dei suoi onorati sei decenni di vita sportiva» ha concluso Angelo Pizzutelli.