I genitori di Nistor Ionut, il giovane tragicamente deceduto dopo l'uscita di strada lungo la Superstrada Sora Ferentino, sono stati denunciati per sottrazione di minore dalla madre della bambina, figlia dello stesso Ionut, perchè sarebbero tornati in Romania con la piccola. Arriva dinanzi a questa notizia il chiarimento e la netta smentita dell'avvocato dei due genitori Marco Maietta.

«Quale difensore fiduciario dei due signori, genitori del povero Nistor Ionut, deceduto nell'incidente del 18 febbraio 2021, debbo replicare alla notizia secondo cui i due genitori sono stati denunciati dalla madre della bambina (figlia anche dello scomparso Ionut), niente meno che per sottrazione di minore».

«Perchè - prosegue l'avvocato - avrebbero deciso di fare ritorno in Romania. Nulla di più sbagliato nella narrazione della querelante - spiega - e soprattutto nulla di più inopportuno, anche sotto il profilo temporale, per i poveri genitori. Che dilaniati dall'immenso dolore della perdita del figlio devono pure preoccuparsi di ripristinare il vero nell'opinione pubblica rispetto alle fantasiose accuse della signora».

«Per giusto dovere di cronaca va detto - prosegue Maietta - che la bambina per la quale sarebbe stata sporta denuncia di sottrazione, è legittimamente coi nonni, miei assistiti, in forza del provvedimento di collocamento provvisorio presso di loro disposto dall'autorità lo scorso 8/02/20. Non risponde al vero neppure che si trovano in Romania visto che risiedono ad Alatri dove lavorano e sono ben visti oltre che ben integrati nella comunità. Infine i nonni hanno sempre favorito i rapporti telefonici tra madre e figlia».