La casa comunale ieri è rimasta chiusa per consentire di dar seguito a tutte le operazioni di sanificazione: una dipendente del Municipio di Piedimonte San Germano è risultata positiva.

A darne notizia, con un messaggio diffuso sulla sua pagina Facebook istituzionale è stato il primo cittadino Gioacchino Ferdinandi che ha spiegato come ieri è stata data esecuzione alla procedura di sanificazione e disinfezione di tutti gli ambienti e delle strutture di lavoro.

E oggi il palazzo comunale è tornato nuovamente fruibile. «Nonostante venerdì avessi, insieme ai dipendenti, provveduto a sottoporre tutti a un tampone rapido che ha dato per tutti un esito negativo, martedì abbiamo ricevuto la notizia che una nostra dipendente è risultata positiva a un molecolare a causa di un cluster familiare - ha ribadito Ferdinandi - L'appello che vi faccio è sempre lo stesso: tenete altissima la guardia.
Rispettate le regole, come unica arma di prevenzione per combattere l'epidemia. Avere sempre massima responsabilità nei comportamenti. Vi ricordo che siamo in zona rossa ma mi rendo conto che pochi in realtà hanno lo spirito giusto per rispettarla: alcuni arrivano in Comune, per esempio, per un semplice certificato.

Potete muovervi solo in stato di necessità, per motivi di salute o di lavoro. Quindi cerchiamo di evitare in questi 15 giorni, così come l'ordinanza regionale impone, di muoverci per altri motivi. A un anno dalla pandemia vi ricordo che nel 2020 in questi stessi giorni eravamo tutti bloccati a casa, senza neppure un positivo. Oggi, invece, con 70 positivi (di cui 5 ricoverati in strutture ospedaliere) solo nella nostra città si continua a girare.
L'appello, quindi, è uno solo: dobbiamo restare a casa!».

Questa mattina, inoltre, i dipendenti del Comune hanno ripetuto il test rapido per ulteriore conferma della negatività già riscontrata.