Da tredici giorni Monte San Giovanni Campano è zona rossa. Ancora tanti i positivi. Il sindaco Angelo Veronesi l'altro ieri, con una nota, ha invitato i cittadini a prestare attenzione e ad uscire soltanto in caso di comprovate necessità, rinnovando poi un appello alle forze dell'ordine per «una più incisiva sorveglianza del territorio, applicando ove ne ricorrano necessità, ogni provvedimento previsto dalla normativa di settore».

E nel corso dei controlli tesi proprio a contrastare la diffusione del contagio da Covid-19, i carabinieri a Monte San Giovanni Campano hanno elevato una sanzione amministrativa nei confronti di una persona che stava consumando una bevanda appena fuori del locale. Analoga sanzione elevata anche a carico del gestore del bar disponendo nel contempo la chiusura del locale per cinque giorni al fine di impedire la reiterazione della violazione.

A Strangolagalli i militari della locale Stazione hanno elevato la sanzione amministrativa nei confronti di un avventore di un bar trovato a consumare una bevanda all'interno del locale. Analoga sanzione comminata anche a carico del gestore.

«Sono ormai giorni che siamo in zona rossa. Purtroppo non si notano miglioramenti - ha sottolineato il sindaco di Monte San Giovanni Campano Angelo Veronesi - Ciò sta a significare che non si stanno osservando le regole basilari di isolamento, anche nell'ambito familiare, in caso di sospetto contagio al virus Covid-19. Vi esorto fino alla noia, non uscite, state in casa ed utilizzate anche in ambito familiare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie. Mi arrivano notizie che qualcuno va in giro.

A tutti i concittadini positivi al virus, sia quelli in isolamento a domicilio, che quelli ricoverati nelle strutture ospedaliere, vanno i miei più sinceri auguri di una piena e immediata guarigione e un forte abbraccio fraterno. La mia situazione di salute è in miglioramento, sono a casa in isolamento e seguo, con l'attenzione di sempre, tutte le vicende e i risvolti di pertinenza».