Intitolare il teatro comunale a Nino Manfredi. È la proposta dei consiglieri di opposizione Mario Andreozzi e Giuseppe Galloni, formalizzata nei giorni scorsi tramite una mozione rivolta all'Assise comunale, che si dovrà esprimere in merito nelle prossime sedute.
Con questa mozione, Andreozzi e Galloni chiedono che il Consiglio comunale di Castro dei Volsci «impegni e dia mandato alla Giunta di attivare tutte le procedure per cambiare il nome del Teatro comunale da "Vittorio Gassman" a "Nino Manfredi"».

Alla base della mozione c'è l'apprezzamento verso uno dei personaggi più illustr, se non il più illustre, nato finora in paese. «Considerato che il 22 marzo 2021 - proseguono i consiglieri di opposizione - ricorrono i cento anni dalla nascita dell'attore e regista Nino Manfredi, registrato all'anagrafe del nostro Comune con il nome di Saturnino, e che dal giorno della sua scomparsa, il 4 giugno 2004, sono passati ormai più di sedici anni, ci è sembrato doveroso proporre una tale intitolazione principalmente per i suoi trascorsi di grande artista, che ha contribuito a far conoscere il nostro Comune in tutta Italia e nel mondo».

Diverse le iniziative realizzate dal Comune in ricordo del suo celebre concittadino; i visitatori del paese ciociaro trovano attualmente una mostra permanente nel centro storico intitolata a Nino Manfredi, dove è esposta la copia del certificato di nascita dell'attore, il cui originale è presente nell'anagrafe comunale. «Avendo un piccolo e accogliente teatro comunale - concludono Andreozzi e Galloni - ci è sembrato doveroso proporne l'intitolazione a Nino Manfredi, che della recitazione è stato uno dei massimi interpreti e che Castro dei Volsci ha la fortuna di annoverare come proprio concittadino».