La prima settimana in fascia rossa per la Ciociaria inizia con 154 positivi e con un tasso di positività al 23%. È la percentuale più alta dal 1° gennaio. Nella lista ci sono anche tre deceduti. Se si ferma la striscia di cinque giornate oltre i 240 casi, la giornata porta un risultato mai visto di lunedì: al massimo, infatti, si era toccata quota 125 il 26 ottobre. Quel che colpisce di più, a fronte dei 669 tamponi, anche questo un numero superiore alla media del primo giorno della settimana, è il tasso di positività al 23%. La scorsa settimana si era chiusa al 16,52% con il dato di domenica al 18,26%, numeri superiori alle medie nazionale e regionale. 

Così i nuovi casi nei Comuni ciociari

I nuovi positivi sono residenti in modo particolare in quattro comuni: ad Alatri che continua a essere uno dei più colpiti con 23, quindi Frosinone con 22, Monte San Giovanni Campano e Veroli con 10. A seguire Anagni 7, Boville Ernica, Ferentino, Fiuggi e Isola del Liri 6, Paliano 5, Alvito, Ceccano, Fontechiari, Fumone e Vico nel Lazio 3, Roccasecca e Sora 2, infine Acuto, Amaseno, Arpino, Casalvieri, Castelliri, Ceprano, Colle San Magno, Collepardo, Morolo, Piedimonte San Germano, Piglio, Pignataro, Pofi, Pontecorvo, San Donato Val di Comino, San Giorgio a Liri, Sant'Apollinare, Sant'Elia Fiumerapido, Sgurgola, Strangolagalli, Supino, Torrice, Trevi nel Lazio e Vallerotonda 1.

A marzo già si contano 216 casi ad Alatri, 193 a Frosinone, 131 a Monte San Giovanni Campano, 130 a Veroli, 84 a Sora, 73 a Isola del Liri, 70 a Ceccano, 62 a Ferentino, 57 ad Anagni, 39 a Cassino e 27 a Piedimonte San Germano. La prima zona rossa istituita in provincia, Torrice, a marzo ha 17 casi. Nel confronto tra l'ultima settimana e la precedente Frosinone cresce da 146 a 181 casi, Alatri da 99 a 204 e Monte San Giovanni Campano scende da 176 a 126. Quindi Cassino da 63 a 39, Sora stabile, da 84 a 83. Dal 16 febbraio sono 374 i casi di Frosinone, 358 quelli di Monte San Giovanni Campano e 342 quelli di Alatri.
La scorsa settimana si è chiusa a 226,71 casi giornalieri con un incremento del 17,7%. Rispetto a due settimane prima, invece, la crescita è del 50,6%, in confronto a tre settimane prima del 140,1%. Oltre 220 casi quotidiani di media per una settimana non si avevano dai 225,71 del 16-22 novembre.

Si registrano altre tre vittime di Covid, la metà rispetto a domenica. Si tratta di uomo di 74 anni di Supino, di un uomo di 70 anni di Ferentino e di una donna di 91 anni di Piedimonte San Germano. I tamponi effettuati nell'ultima settimana sono stati 1.587 altro numero record che pure non ha portato alla riduzione del tasso di positività: lunedì scorso era al 16,89% per poi scendere all'11,39%, risalire al 14,8% e schizzare al 19,09%, quindi leggero calo al 17,45% 4 al 17,79% per finire la settimana al 18,26%. A febbraio il tasso era al 12,81%. La media di marzo è 217,63 casi: marzo 2020 si era fermato a 13,8.

Cresce il numero dei guariti, ieri altri 60 per un totale del mese di 927. A febbraio erano 2.440. I vaccinati ciociari sono 39.267, mentre si sono prenotati in 37.291. A Cassino geriatria ritorna reparto Covid.