Guidava con la patente revocata, denunciato dai carabinieri di Ceprano un 26enne di Boville Ernica. Gli uomini del Maresciallo Augusto Proietti, durante un controllo stradale, hanno deferito in stato di libertà il giovane, avvisato orale e già censito per reati contro il patrimonio e sugli stupefacenti.

Il 26enne era stato sorpreso alla guida con la patente revocata in seguito alla sottoposizione alla citata misura preventiva. A carico del giovane, che senza validi motivi si trovava in territorio di Ceprano, non avendo saputo giustificare la sua presenza, è stato proposto il foglio di via obbligatorio, con il divieto di tornare a Ceprano per tre anni.

Proseguono, quindi, i servizi di vigilanza effettuati dai carabinieri che, oltre a essere impegnati nella repressione dei reati, in questo periodo sono al lavoro per garantire il rispetto delle norme anti-Covid. Sicuramente, la mobilità intercomunale si è ridotta, per cui le verifiche sono più intense ed è più facile individuare i soggetti che non rispettano le regole che, come in questo caso, escono dai Comuni di residenza raggiungendo altri territori senza una valida ragione.
In particolare, il giovane denunciato dai militari di Ceprano non solo era sprovvisto di patente ma non poteva recarsi in un Comune diverso dal proprio.