Hanno venduto on-line della legna da ardere a un prezzo invitante a un uomo di 68 anni di Pontecorvo.
Ma quando il carico, pagato 400 euro, è arrivato, in realtà era poco più della metà. Il pontecorvese si è rivolto ai carabinieri della locale Compagnia: i venditori quattro uomini tra i 25 e i 54 anni di Foggia avevano contraffatto lo scontrino di spesa, facendo figurare 46 quintali (quelli pagati) al posto dei reali, 25,5 quintali.