È stata convocata per martedì prossimo la commissione "Turismo e Programmazione Economica" del comune di Fiuggi, presieduta dal consigliere Marco Paris. In quella sede le forze politiche di maggioranza e minoranza saranno chiamate a ragionare sul "Piano Ponte 2021", entro il quale si articolerà la prossima stagione termale nelle more del bando di gara per la privatizzazione della controllata Acqua e Terme Fiuggi S.p.A.

Di questo si è parlato a lungo venerdì scorso nel webinar che ha visto la partecipazione del sindaco di Fiuggi Alioska Baccarini, della sua vice Marina Tucciarelli, dell'assessore al turismo e politiche sociali Simona Girolami, delle organizzazioni sindacali del settore terme e dei rappresentati delle categorie economiche più rappresentative del territorio. Per la Soc. ATF hanno preso parte all'incontro Guido D'Amico presidente nazionale di Confimprese Italia, membro del consiglio direttivo della Camera di Commercio Frosinone - Latina e componente del C.d.A della stessa Acqua e Terme Fiuggi ed il direttore generale Mirco Gabbin.

Si è ragionato a 360° su pacchetti turistici da proporre in tempi di Covid 19, del parco dedicato alle famiglie ed al turismo di prossimità che andrà a realizzarsi dentro la Fonte Anticolana che quest'anno verrà riaperta nel periodo giugno - settembre, di convenzioni sanitarie, di centri clinici per la riabilitazione post Covid 19 e della interessante novità proposta dal Fedealbergi Fiuggi e Provincia di Frosinone per bocca del suo presidente Bruno della Morte in sinergia con la Fondazione Collodi. Un parco tematico per bambini ispirato al personaggio di Pinocchio. Certamente un interessante attrattore turistico.

A tutto questo martedì prossimo andrà ad aggiungersi il progetto già annunciato e su cui ha lavorato il gruppo di minoranza della Fiuggi Viva, prima di rimettere il tutto alla Regione Lazio, dalla quale si spera possa giungere un sostegno economico, perché comune di Fiuggi ed ATF faranno la loro parte ma da soli sul piano finanziario non saranno in grado di reggere l'urto. Spicca ancora una volta il nuovo corso scelto dall'amministrazione comunale nel condividere con tutte le categorie della città progetti e piani di sviluppo. Con le classi politiche presenti in consiglio comunale, tutte nessuna esclusa, che stanno dando ampia prova di serietà e competenza.