Il Covid e la zona rossa non fermano gli spacciatori.
Arrestato dai carabinieri un trentunenne con l'accusa di coltivazione di stupefacenti ai fini di spaccio. Tutto è nato da un semplice controllo del giovane in giro per la città a piedi. Dalla verifica personale sono sbucati cinque grammi di hashish.

A questo punto la verifica si è spostata nella casa del ragazzo dove è stata scoperta una vera e propria serra artigianale con dodici piante di marijuana di altezza di circa un metro. Il pusher è stato arrestato e sottoposto agli arresti domiciliari. Il tribunale di Velletri ha convalidato l'attività dei carabinieri e per il giovane sono stati confermati, in attesa di giudizio definitivo, gli arresti domiciliari.