Il Covid-19 colpisce anche le due vigilesse in servizio presso il Comune di Guarcino, con il sindaco Urbano Restante costretto a sospendere il servizio di Polizia Municipale il tempo necessario per la guarigione delle due operatrici.

A comunicarlo è stato lo stesso primo cittadino, che ha augurato alle vigilesse di ristabilirsi al più presto. Nel mentre il palazzo del Comune è stato chiuso «Per consentire la sanificazione e, come da protocollo, tutti i dipendenti e gli amministratori che sono stati a contatto con le vigilesse si stanno sottoponendo al tampone monocolore».

Con il servizio rimasto sguarnito, Restante sta valutando come ovviare alle incombenze e sta ricevendo, in queste ore, la disponibilità di vigili andati in pensione, disposti ad indossare nuovamente la divisa per qualche giorno per aiutare il Comune in un momento di emergenza. «Non è facile - ci ha detto il sindaco – ma stiamo studiando tutte le strade possibili per limitare gli inconvenienti, cercando di mantenere attivo anche il servizio a domicilio della spesa alimentare e sanitaria per coloro che sono impossibilitati ad uscire di casa, mettendo a disposizione il numero telefonico del Comune. Colgo l'occasione per fare un accorato appello a tutti i cittadini a rispettare, nel modo più assoluto, le regole perché la pandemia ha ripreso vigore e contagia velocemente.
Pertanto, invito tutti alla massima attenzione e alla responsabilità».

Infine, l'Asl di Frosinone ha trasmesso al sindaco Restante l'elenco delle persone risultate positive al Covid-19: i casi accertati presenti a Guarcino sono al momento 11, ai quali si devono aggiungere altri 7 positivi che hanno effettuato i tamponi in strutture private e le cui risposte non sono state ancora trasmesse all'Asl provinciale: di questi 7 positivi, uno vive a Frosinone e uno a Serrone.

«Tutta la cittadinanza - ha concluso il primo cittadino - sarà prontamente informata sugli aggiornamenti dell'Asl, quando quest'ultima ce li comunicherà».