Lavori in corso al Santissima Trinità: nuove strumentazioni, nuovo personale e nuovi locali per il Distretto C. Interventi per migliorare la qualità del servizio sanitario che copre un bacino di ben 27 comuni.

Giovedì è stata rimossa la vecchia risonanza magnetica, operai e mezzi a lavoro per completare le operazioni in piena sicurezza. È stata delimitata l'area d'intervento e interdetto all'utenza il piazzale esterno dell'ospedale sorano per permettere le manovre di rimozione della strumentazione. Gli addetti hanno lavorato circa due ore per concludere la delicata operazione.

Per sicurezza sono stati evacuati provvisoriamente anche i locali e gli ambulatori adiacenti alla zona interessata dall'intervento e quindi il primo piano, il piano terra e il piano interrato. All'opera i manutentori della Rekeep che hanno lavorato per assicurare il regolare svolgimento delle operazioni in piena sicurezza.

A seguire il tutto il geometra della Asl Diego Tommasi.
Conclusa la prima fase, cioè la rimozione della vecchia apparecchiatura, si apre ora seconda con il montaggio della nuova risonanza magnetica il cui arrivo è previsto nelle prossime settimane. E altre importanti strumentazioni diagnostiche sono previste per il mese di marzo. Nei prossimi mesi sarà operativo anche l'impianto dell'acceleratore lineare, finito il processo di caricamento, e sempre a marzo si attende una nuova Tac.

Inoltre, dal 15 febbraio ha preso servizio il primario di oncologia, la dottoressa Cecilia Misticò, e da lunedì prossimo farà altrettanto il primario del pronto soccorso, il dottor Carlo Rodorigo. Si attende anche che avvenga il trasferimento del "Distretto C" i cui servizi saranno spostati appunto presso l'ospedale Santissima Trinità.
Un trasloco che forse avverrà già il mese prossimo dato che gli operai sembrano aver concluso i lavori nella palazzina che fino allo scorso anno era riservata esclusivamente all'amministrazione e alla scuola.
Questo trasferimento sarà necessario per iniziare i lavori messa in sicurezza dei locali di via Piemonte.