Lo scorso fine settimana i volontari della Stazione di Collepardo del Soccorso Alpino erano stati impegnati in un doppio delicato intervento di recupero. E questo week-end si è già aperto con un primo intervento.

Infatti gli operatori sono dovuti intervenire nella serata di giovedì a Campocatino per recuperare tre escursionisti impossibilitati a proseguire su un pendio ghiacciato. I tre, impegnati dalla tarda mattinata in un'escursione su un sentiero invernale, non avendo la corretta attrezzatura per affrontare 200 metri di dislivello ormai ghiacciati a causa del sopraggiungere della sera, hanno contattato il 112 chiedendo aiuto.

I carabinieri a questo punto hanno dunque inoltrato la richiesta ai volontari del Soccorso Alpino della stazione di Collepardo che dopo aver preso contatto telefonico con i tre hanno raggiunto il gruppo di escursionisti, lo ha messo in sicurezza e lo ha riaccompagnato all'automobile. Ad attendere gli escursionisti, anche un'autoambulanza del 118 per sincerarsi delle condizioni fisiche di uno dei componenti del gruppo, una donna scivolata qualche ora prima andando a sbattere contro una pianta fortunatamente senza conseguenze serie.

I tre, due uomini e una donna di 56, 32 e 63 tutti residenti a Roma sono così rientrati a casa senza problemi. Ma l'occasione di questo salvataggio porta gli operatori a lanciare appelli alla sicurezza. Infatti oltre a chiedere agli escursionisti di munirsi di tutte le attrezzature i volontari ricordano che "viste le temperature alte si stanno verificando delle aperture sulla neve che possono generare dei pericolosi distacchi. Soprattutto nella zona del Pozzotello dietro al Peschio dove c'è un grande accumulo di neve". Insomma prudenza e questo fine settimana massima allerta visto il bel tempo e l'arrivo di tanti appassionati della neve.