Due colpi ai danni di altrettante tabaccherie di Esperia. Uno riuscito, l'altro solo tentato. I ladri col vizio delle "bionde" sono stati veloci e ben determinati. E non si esclude che il secondo colpo sia stato vanificato dalla paura di essere sorpresi. I due colpi sono avvenuti nella notte, alcuni giorni fa. Nel tabacchi di Esperia superiore i malintenzionati hanno portato via sigarette per un valore complessivo che supera i 1.500 euro.

Poi sono passati ai gratta e vinci per un altro migliaio in totale e infine hanno messo le mani nel fondo cassa: circa 2.500 tra banconote e monte. Non contenti, nella stessa notte, hanno raggiunto l'attività di Monticelli dove, però, il colpo è fallito. Il tentativo, comunque, era visibile.
Due episodi che potrebbero avere la stessa mano.
A dare l'allarme, il mattino successivo, sono stati i proprietari degli esercizi presi di mira. Immediato l'arrivo sul posto dei militari della stazione di Esperia e i colleghi del reparto Operativo.

I militari, guidati dal capitano Nicolai e dal tenente Fava, hanno raccolto ogni elemento utile a risalire agli autori del colpo: impronte e indizi che possono far indicare la direzione precisa da seguire. Telecamere di sorveglianza in zona, poi, potrebbero permettere di unire i dettagli già nelle mani dei militari.
Non sarebbe, comunque, la prima volta che le attività "visitate" dalla banda col vizietto delle "bionde" finiscono nel mirino dei ladri. Un colpo simile ad aprile del 2016, un altro a settembre dello stesso anno. Sempre con il pallino di portare via quante più sigarette possibili.
Il territorio di competenza della Compagnia di Pontecorvo resta blindato: i controlli, anche a seguito dell'arresto del giovane ladro che domenica scorsa ha tentato con dei complici di entrare in un'abitazione della città fluviale, sono stati rafforzati.

I carabinieri sono infatti riusciti a sventare un colpo ai danni di un'anziana del posto, allertati prontamente da un vicino di casa. Al loro arrivo, dopo un inseguimento senza fiata, hanno bloccato - dopo averlo tratto in salvo - un ventiseienne di origini rom ma nato e domiciliato in Italia, che pochi minuti prima stava cercando di entrare nella villetta. Inutili i tentativi di disfarsi di passamontagna e torcia. Nella corsa il giovane è anche finito in un canale ed è stato soccorso proprio dagli uomini del capitano Nicolai. Che stanno cercando i complici.