Girava per la città con un fucile, carico e pronto all'uso, sul sedile anteriore dell'auto. Nella serata di ieri i carabinieri della stazione di Pico, impegnati in un servizio perlustrativo a Pastena, hanno fermato l'uomo, un 69enne del luogo, per un controllo. Subito la scoperta del fucile automatico cal.12.

Dai successivi accertamenti è emerso che l'uomo era sprovvisto anche di porto d'armi per uso caccia in quanto scaduto di validità nel 2015 e mai rinnovato.

I militari, insospettiti dalle circostanze, hanno esteso i controlli all'abitazione del 69enne. In casa dell'uomo scoperto un vero e proprio arsenale. Armi regolarmente denunciate ma lasciate prive di protezione, quindi facilmente accessibili a chiunque. 

L'uomo deteneva una pistola cal.7,65 con relativo caricatore inserito contenente 7 cartucce all'interno del salone; un fucile doppietta cal.12 con all'interno 2 cartucce ed una carabina ad aria compressa cal.4,5, all'interno del garage di pertinenza.

Nel garage, all'interno di una fuciliera, sono state rinvenute le seguenti munizioni illegalmente detenute in quanto mai denunciate: 18 cartucce a palla cal.12; 2 cartucce per pistola cal.7.65; 48 cartucce a pallini cal.12; 18 cartucce a pallettoni cal.12.

Espletate le formalità di rito, il 69enne è stato denunciato per i reati di detenzione, porto abusivo ed omessa custodia di armi, mentre le munizioni illegalmente detenute sono state sottoposte a sequestro, unitamente a tutte le armi da lui possedute in quanto sono venuti meno i requisiti per la loro detenzione.