Una comunità sconvolta, quella di Sonnino. La morte di Vittorio Iacovacci, rimasto ucciso nell'agguato nella Repubblica Democratica del Congo assieme all'ambasciatore italiano Luca Attanasio, è arrivata nella tarda mattinata.

A comunicare la tragedia ai familiari è stato il comandante della compagnia di Terracina Francesco Vivona. A Sonnino vivono i genitori di Iacovacci e la fidanzata. Iacovacci avrebbe compiuto 31 anni tra un mese. Dal 2016 operava presso il battaglione Gorizia.

Il sindaco di Sonnino Luciano De Angelis ha deciso di proclamare il lutto cittadino. "La comunità di Sonnino è sgomenta per questa giovane e tragica perdita. Proclameremo il lutto cittadino. Era andato a portare la pace ed è stato ucciso -conclude il sindaco- ci stringiamo attorno alla famiglia".