A soli 29 anni ha trionfato nel cooking show "Il boss delle pizze". È Florindo Franco che ha messo in luce la sua grande maestria. La sua passione per la pizza è diventata il suo lavoro, una passione che nasce imitando il fratello e che ha coltivato con impegno e attenzione. E tra gli ingredienti principali che non possono mancare sulle sue pizze c'è l'oliva di Gaeta.

Come nasce questa passione?
«Nasce imitando mio fratello (ride, ndr). Ho deciso di far diventare una passione nata quasi per gioco la mia stessa vita, e sono stato fortunato. Ho studiato tanto e fatto tanta gavetta, avere aperto Lievito Madre e ora avere addirittura vinto ‘Il boss delle pizze' mi ripaga di molti sacrifici».

Quali sono i segreti per creare la pizza perfetta?
«Il segreto è nell'impasto che è alla base della pizza stessa, puoi fare il topping più eccezionale del mondo ma l'impasto è tutto. Poi bisogna abbinarci materie prime di alta qualità, come facciamo noi di Lievito Madre»

Di pizze ce ne sono tante, qual è quella più particolare che ha creato?
«Credo di aver creato diverse pizze particolari, te ne cito due: la Carbonara con guanciale croccante di maialino nero, silano e uovo disidratato grattato sopra, e la pizza Ariccia con la porchetta. Sono due pizze vicine alla tradizione romana che hanno conquistato il pubblico calabrese»

Per le sue pizze usa rigorosamente le olive di Gaeta. Perché questo prodotto? Cosa conferisce alle pizze che non danno altre olive?
«Ho scelto di utilizzare le olive di Gaeta proprio perché cerco di prendere il meglio anche da altri territori. Il loro sapore si abbina perfettamente con una pizza e permette di esaltarne il gusto sposandosi con altri ingredienti. Anche la scelta di queste olive rientra nella ricerca di eccellenza di cui ti parlavo prima»

Qual è la sua pizza preferita?
«Sono calabrese per cui non ti posso che dire la Calabria Dop con la soppressata e l'nduja di spilinga. Sono i sapori della mia terra, quella che amo. Rappresenta le mie origini e mi ricorda sempre da dove sono partito».