Una dolorosa perdita per la Polizia di Stato, a cui mancherà un ottimo professionista di indiscusse qualità umane; ma anche per la comunità ceccanese, dalla quale era stimato e benvoluto.

Alessandro Lombardi, 58 anni, sovrintendente capo della Digos frusinate è stato stroncato in casa da un arresto cardio-circolatorio. Gli erano vicini la compagna e il figlio Alex. Lombardi, in servizio presso la Questura del Capoluogo, si è sempre distinto per le sue intuizioni investigative.

Ieri un malore lo ha strappato all'affetto dei suoi cari e ai colleghi, annichiliti dalla morte improvvisa. Toccanti i ricordi postati su Facebook, tra gli altri, dal primo dirigente Antonella Chiapparelli, per anni alla guida della Digos frusinate, e dal presidente della Provincia Antonio Pompeo, che hanno reso omaggio al sovrintendente.