Lavori sì, ma non in tutti i quartieri. Così tra i cittadini serpeggia il malcontento. Nei giorni scorsi i residenti del quartiere Tofaro hanno pubblicamente ringraziato sui social il delegato alle manutenzioni, il consigliere Lino Caschera, per essersi impegnato a portare a termine i lavori per l'illuminazione.

"Un sincero ringraziamento alla promessa mantenuta che ha illuminato la nostra strada. Grazie all'impegno e alla concretezza di Lino Caschera", hanno scritto.
Ma se gli abitanti di via Tofaro, dopo una lunga attesa, sono stati "accontentati" con i nuovi lampioni, a risentirsi sono i residenti di altri quartieri.

"Qui, in zona San Vincenzo Ferreri, abbiamo la strada dissestata, piena di buche e senza alcuna illuminazione - sbotta la signora Rossella Simone, che documenta con le foto la situazione alla periferia della città, ai confini con l'Abruzzo - Qui viviamo una grande problematica che noi che abitiamo qui purtroppo conosciamo bene. È così da anni, mai nessuno si è preoccupato di questo nostro disagio nonostante avessimo più volte segnalato questa situazione di pericolo".

I residenti della zona San Vincenzo Ferreri si sentono cittadini di serie B, ascoltati solo in campagna elettorale, quando gli aspiranti amministratori di turno mettono sul tappeto le problematiche storiche della loro zona. Promesse di interessamento e di intervento che però finiscono inesorabilmente nel nulla. Intanto la strada che attraversa la contrada resta in condizioni pessime, peraltro con il rischio aggravato per chi la percorre dagli animali selvatici che spesso l'attraversano.