È stata risistemata e da martedì scorso è tornata a funzionare. È la fontana di piazza Garibaldi, al centro della città, a pochi passi dal ponte di via Napoli, che fu semidistrutta l'anno scorso da un'auto che le piombò addosso. Sono passati molti mesi da allora e tante sono state le lamentele dei cittadini per il ritardo dei lavori di ripristino.

Il sindaco Roberto De Donatis sottolinea quanto quella fontana gli sia cara e che fu lui a volerla fortemente quando sedeva nella giunta Casinelli. «Sistemare la fontana era un impegno preso con i sorani - dice il sindaco - Una volta subito il danno che tutti ricorderanno, ci siamo impegnati per riconsegnare una fontana ancora più bella e maggiormente efficace come segno urbano che ormai connota piazza Garibaldi da diversi anni in maniera più decorosa.

Per perseguire questi obiettivi è stato progettato e portato a compimento a regola d'arte un nuovo progetto illuminotecnico con i led, ma anche il ripristino del getto d'acqua con la giusta pressione. Il ripristino della funzionalità della fontana di piazza Garibaldi sia da esempio di come le cose possono essere anche attese, aspettarle, ma l'importante è che alla conclusione dell'opera siano stati eseguiti dei lavori a regola d'arte".

De Donatis è rimasto entusiasta del lavoro e dell'aspetto che la piazza ha finalmente riacquistato. E ha aggiunto: «Ringrazio per l'impegno gli uffici e il delegato alle manutenzioni Lino Caschera per aver curato ogni dettaglio, così come da me raccomandato, soprattutto sulla natura estetica di quel manufatto che mi pregiai di inserire su piazza Garibaldi durante il mio mandato da assessore ai lavori pubblici, durante l'amministrazione del compianto sindaco Cesidio Casinelli".

Oggi i sorani che guardano l'opera conclusa, specie di sera, commentano positivamente quanto è stato fatto dal Comune che ha riconsegnato decoro a questo angolo della città, ciò che effettivamente i cittadini si aspettavano.