Vento gelido e temperature in picchiata. E la qualità dell'aria migliora. L'altra notte la temperatura, a Frosinone alta, è scesa sotto lo zero secondo i dati dell'ufficio meteo comunale. Non succedeva dal 27 gennaio ed è solo la quinta volta nel 2021.

Rispetto solo a qualche giorno fa, la differenza è evidente. Ieri la massima è stata di 5,6 gradi, l'11 ce ne erano quasi dieci in più con 15,2. Ma il crollo è impressionante se paragonato con i 17,4 gradi del 4 febbraio, con i 19,1 del giorno dopo e con i 19,7 del 6 febbraio.

Un calo ampiamente annunciato, ma che ha colto in molti di sorpresa, soprattutto dopo l'accenno di primavera di inizio mese. Crollo marcato anche nelle minime, ieri fino a -0,2 delle 6.30. Si è passati dagli 8,3 gradi del 4 febbraio, ai 7,1 e 7,8 dei due giorni successivi, per poi risalire a 9,5 gradi il 7 febbraio.
La discesa è iniziata dopo i 7,8 gradi del 10. Da lì si è passati prima a 5,9 e a 5, quindi sabato a 1,5 e ieri a -0,2 gradi.

Anche il vento (ieri soffiava da Ovest) si è fatto sentire con una media di 4,7 chilometri, superiore a quella del mese, a 3,2. La punta, alle 5.35 di domenica, è stata di 35,4 orari. Ma non è il picco del mese visto che il 10 febbraio il vento ha raggiunto i 48,3 chilometri. I 19,7 gradi registrati il 6 febbraio sono, peraltro, il top dell'anno. A gennaio al massimo si erano toccati i 15,2 gradi.

Restando a gennaio colpisce il dato della pioggia con 275,4 millimetri di acqua caduti. A febbraio, per ora, ce ne sono 116,6. Nel primo caso si è andati oltre la media storica di 160,3 millimetri, nel secondo caso si è già raggiunta la media dell'intero mese. Le differenze rispetto allo scorso anno sono notevoli visto che di pioggia ne era caduta poca: 26 millimetri a gennaio e 19 a febbraio con il 2020chiuso a -152,8 rispetto alla media nonostante un dicembre da 283,2 e a più 145 dalla media storica. Numeri che danno una mano a ripulire l'aria: sabato a Frosinone il pm10 era a 18 in via Puccini e 8 in viale Mazzini. Finora 21 sforamenti allo Scalo e 3 a Frosinone alta. Abissale la differenza con il 2020 quando al 13 febbraio erano 38 e 18 i superamenti dei limiti.