«La salute prima di tutto». Con questo slogan le massime autorità territoriali fanno appello al senso di responsabilità dei cittadini in vista del martedì grasso che tradizionalmente segna il clou del Carnevale. Niente festeggiamenti, insomma.

Il sindaco di Isola del Liri Massimiliano Quadrini si è raccomandato ai suoi concittadini. «In linea con le indicazioni e le raccomandazioni pervenute dalla Prefettura di Frosinone a tutti gli enti comunali nel territorio - ha scritto Quadrini in una nota - vi ricordo che non potrà aver luogo nessuna manifestazione o festeggiamento riguardante il Carnevale, che ricade martedì 16 febbraio 2021. Invito quindi tutta la cittadinanza al rispetto della suddetta direttiva e di tutte le prescrizioni, comprese le misure di distanziamento necessarie a scongiurare pericoli per la salute pubblica. Il rispetto delle normali regole deve valere sempre, soprattutto in vista dei fine settimana.

Come tante altre comunità del comprensorio e della nazione intera, anche noi stiamo attraversando un momento difficilissimo: dal punto di vista medico, con decessi e malati, sia dal punto di vista sociale con problematiche economiche e lavorative. Questo deve indurre tutti a vivere i giorni con attenzione, parsimonia e rispetto della sofferenza. Auspico che la responsabile condotta di tutti rappresenti un arrivederci per il Carnevale del prossimo anno 2022». Una raccomandazione in linea con i dati della Asl che ieri a Isola del Liri ha contato 14 nuovi casi di positività al coronavirus.

Anche a Sora, dove la curva epidemiologica è tornata ad impennarsi superando nei giorni scorsi la cifra di 1.400 cittadini risultati positivi al Covid-19 dall'inizio della pandemia, il sindaco Roberto De Donatis ha fatto il punto della situazione e raccomandato a sua volta la massima cautela. «Rimandiamo a tempi migliori coriandoli e stelle filanti della nostra amata tradizione con le colorate edizioni del Carnevale Sorano. Purtroppo la pandemia ci impone ancora il distanziamento e il rispetto delle regole. I numeri preoccupano perché nei giorni scorsi abbiamo superato i cento cittadini attualmente positivi in città, un dato che ci ricorda che il virus ancora c'è e corre. Ho chiesto più controlli alle forze dell'ordine e alla polizia locale e ci saranno più sanzioni: bisogna mantenere alta la guardia».