E' morto l'ex sindaco di Sora Grazio Annarelli, primo cittadino della città Volsca dal 1988 al 1991. Condoglianze dalla città arrivano a tutta la famiglia del geometra scomparso alle ore 10 circa all'ospedale Sanissima Trinità di Sora. Vicinanza espressa ai figli in special modo al noto professionista Mauro Annarelli, presidente dell'ordine degli ingegneri di Frosinone, per la perdita del caro padre. Anche il sindaco Roberto De Donatis e l'amministrazione comunale di Sora si stringono al dolore della famiglia Annarelli per la perdita del caro indimenticabile Grazio, già sindaco della città e amministratore sempre dedito al raggiungimento del bene comune, infaticabile e prezioso professionista, la cui grande umanità e dedizione hanno rappresentato un riferimento insostituibile per l'intera comunità.

"Con Grazio Annarelli perdiamo una figura di rilievo per la nostra città. Era un uomo di grande spessore sia umano che professionale, sempre pronto a scendere in campo a favore della collettività – ha detto De Donatis -. Come professionista è stato il punto di riferimento di varie generazioni di tecnici: con slancio ha quotidianamente dispensato consigli ed indirizzato i giovani verso le scelte più giuste.Tanti i ruoli politici che ha ricoperto in seno all'amministrazione comunale di Sora: è stato in primis sindaco, dal 1988 al 1991, e, poi, consigliere comunale ed assessore. Importante anche il suo apporto nelle vesti di presidente della società Ambiente. Grazio Annarelli si è sempre reso disponibile per il suo alto senso delle istituzioni ed il profondo attaccamento che nutriva per Sora. Oggi lo ricordiamo con grande affetto: ci lascia un personaggio amato che ha saputo scrivere una pagina importante della storia della nostra città".