Separate, single, lavoratrici. Prima la richiesta d'amicizia su Facebook, subito il corteggiamento e poi la missione improvvisa da cui potrebbero non far più ritorno e la promessa di lasciare ingenti somme di denaro alla donna della loro vita. Tutto nel giro di un mese. Questo il modus operandi, forse di una vera e propria organizzazione che si nasconde dietro falsi profili di sedicenti piloti o militari, soprattutto stranieri, per mettere in atto le cosiddette truffe "amorose". Truffe da cui sono state salvate tre donne di Frosinone, quarantenni.

L'ultimo episodio pochi giorni fa. A salvarle, anche se con non poche difficoltà perché non è semplice far capire che quello che si pensa possa essere l'uomo della propria vita non è altro che un malintenzionato pronto a prosciugare i loro conti, è stato lo staff dello "Spazio ascolto antiviolenza", servizio che OSA gestisce da due anni a Frosinone. «Tre donne, grazie alle confidenze fatte ad alcune amiche, sono state bloccate prima che inviassero i soldi, parliamo di 5.000 e anche 10.000 euro, a quello che pensavano fosse il "fidanzato" - è quanto sottolinea l'avvocato Sonia Sirizzotti - L'ultimo episodio quello di circa dieci giorni fa. A una di loro avevano chiesto cinquemila euro per aprire un conto su cui poi sarebbero stati versati centomila euro come lascito da parte di un pilota americano costretto a partire per una missione pericolosa».

L'avvocato evidenzia il fatto che non è semplice far capire alle vittime di essere state raggirate. Donne che si vergognano anche a denunciare.
«Abbiamo dovuto faticare un po' per far capire che si trattava di un imbroglio, anche perché spesso vengono utilizzati metodi di circonvenzione talmente efficaci da far credere davvero alle vittime che si tratti di un rapporto reale e duraturo. Purtroppo non è semplice neppure convincerle a denunciare. Si vergognano di essere state imbrogliate. Per questo credo che siano molte di più in Ciociaria. E visto che il modus operandi è molto simile, probabilmente si nasconde un'associazione dietro le truffe "amorose"».