Si è svolta venerdì scorso, nella sala consiliare di Palazzo Antonelli, la riunione che ha suggellato la convenzione del Sistema Bibliotecario "Valle del Sacco", di cui Ceccano sarà capofila. Alla presenza del sindaco Roberto Caligiore, dell'assessore alla Cultura Stefano Gizzi e del responsabile del servizio Maurizio Lozzi, è stato firmato l'atto costitutivo del Sistema bibliotecario.

«A nome dell'Amministrazione Comunale - dichiara Stefano Gizzi - esprimo la viva soddisfazione per la firma del nuovo atto costitutivo del Sistema Bibliotecario della Valle del Sacco. L'approvazione all'unanimità in Consiglio comunale degli atti relativi alla Biblioteca ha confermato la sensibilità della nostra cittadina per questa istituzione di alta cultura, che da sempre pone Ceccano all'avanguardia. Dopo l'invio della documentazione alla Regione Lazio, molti sindaci e assessori delegati sono venuti a Ceccano per la firma degli atti, in modo da rendere subito operativo tutto il sistema. Il regolamento specifico della nostra Biblioteca - spiega l'assessore - è stato approvato dal Consiglio comunale, mentre la Carta dei servizi è passata regolarmente in Giunta.

Ora, tutta la documentazione è a posto. Ma il rilancio della Biblioteca passa anche attraverso le aperture della sede, ampliate in ore e giorni. Nelle prossime settimane sarà operativa anche l'apertura del sabato mattina e in assoluto sarà la prima volta per la nostra Biblioteca». Quindi, Gizzi conclude: «Il dato fondamentale che ci riempie di orgoglio è che Ceccano si conferma il Comune capofila e punto di riferimento del Sistema bibliotecario. È un fatto importante e ce la metteremo tutta per essere all'altezza del compito». Maurizio Lozzi, curatore della biblioteca ceccanese, aggiunge: «La nostra città, per i servizi bibliotecari, doveva recuperare il tempo perduto. Per quanto possa sembrare strano, sono stati i giovani del Servizio civile a impegnarsi per primi e a lasciarsi guidare, rimboccandosi le maniche insieme a noi che lavoriamo in biblioteca ogni giorno.

Grazie a loro abbiamo avuto un eccellente contributo nella sistemazione generale. Se non fosse stato per loro, ritengo che non avrei avuto neanche il tempo di far ripartire il nuovo sistema bibliotecario "Valle del Sacco". Non è stato un compito semplice far ragionare tante teste differenti, ma ci siamo riusciti e ovviamente dovremo rimanere uniti per lavorare con l'impegno che la Regione ci chiede». L'orario di apertura riportato nei giorni scorsi sarà in vigore dopo l'accreditamento della Regione. Nel frattempo è in vigore il seguente: da lunedì a venerdì mattina 8.30-13; martedì e giovedì 15-17.30.