Lavori in corso in città per l'arrivo delle mini isole ecologiche sia in centro che nelle periferie. Operai già all'opera a Pontrinio, le altre mini isole saranno fruibili in zona San Vincenzo Ferreri, due in località Selva, sia nella parte alta che in quella bassa, e un'ultima in zona San Giuliano dove però i residenti non hanno gradito la scelta dell'amministrazione.

Il sindaco Roberto De Donatis difende a spada tratta il progetto: «Le mini isole sono l'o ccasione per rendere virtuoso il conferimento del rifiuto che può essere recuperato e riutilizzato come il vetro, la plastica e la carta. Ci sono state valutazioni in base alla disponibilità di spazi adeguati, di fruizione corretta di queste mini isole caratterizzate da un appalto regionale importante dalla duplice finalità. La prima è quella di promuovere una corretta adozione di comportamenti riguardo alla raccolta differenziata, qualificando meglio i prodotti da differenziare, in maniera chiara con appunto lo scopo divulgativo delle buone pratiche della raccolta differenziata. La seconda finalità è quella di avere una maggiore possibilità di implementare la percentuale di raccolta differenziata e diminuire i costi per la collettività».

Il sindaco aggiunge: «Non solo quattro mini isole ecologiche in città, ma anche una quinta. Siamo in contatto con il centro commerciale della Selva per un'iniziativa in quell'area. Questo è un ulteriore elemento che riqualifica la qualità urbana delle nostre periferie che sarà controllata grazie anche all'installazione di fototrappole a tutela del decoro pubblico». Sulle mini isole verranno stampati i disegni dei bambini delle scuole elementari coinvolte dal Comune proprio per rendere colorate e simpatiche le strutture. «Si è insediata una qualificata commissione che valuterà i tanti disegni che già sono arrivati in Comune spiega De Donatis Abbiamo voluto graficizzare queste mini isole con i lavori dei più piccoli che sono spesso i disegni più significativi in direzione della tutela dell'ambiente».