Sono parte attiva del dibattito cittadino ma non dimenticano anche temi di carattere nazionale. E così le associazioni della città chiedono un sostegno alla campagna di trasparenza "Verità per Giulio Regeni".
A lanciare l'appello e la richiesta, con tanto di proposta, Legambiente, Agorà, Anagni Cambia Anagni, Anagni Viva, Quartiere Cerere, CittàInArte, Comitato Casa Barnekow, SconfinataMente Odv e Terra Dolce.
La loro richiesta viene indirizzata al sindaco Daniele Natalia. Dopo aver ricordato che il 3.2.2021 è stato il quinto anniversario del rinvenimento del corpo esamine di Giulio Regeni, non dimenticano che «anche nel nostro Comune si è provveduto, nel 2016, ad aderire alla richiesta di "Verità e giustizia" promossa sul territorio nazionale da Amnesty International affiggendo uno striscione sul palazzo comunale».

E proprio partendo da questo fatto le associazioni segnalano la possibilità di verniciare di giallo una panchina di ferro in luogo frequentato ed opportuno posizionamento di una targa ricordo con la scritta "verità per Giulio Regeni". La panchina che hanno individuato, ovviamente in un luogo frequentato, potrebbe essere una di quelle installate lungo il viale Regina Margherita «preferibilmente spiegano prossima all'ingresso di una scuola ed il posizionamento di una targa ricordo con la scritta "verità per Giulio Regeni". Quanto accaduto al ricercatore italiano, ucciso in Egitto, non deve essere dimenticato.