La città di Frosinone, i tifosi giallazzuri, i tanti amici e familiari hanno dato l'ultimo abbraccio a Matteo Chianta, il ventinovenne morto venerdì scorso all'ospedale "San Camillo" di Roma.
Palloni giallazzurri lasciati volare nel cielo davanti alla chiesa della Sacra Famiglia, nel capoluogo, dove ieri pomeriggio si sono svolti i funerali del giovane super tifoso del Frosinone calcio. Una maglia della sua squadra del cuore sulla bara, insieme a rose gialle. E altre rose di colore giallo e blu, insieme a tanti altri fiori, a palloncini davanti alla parrocchia raggiunta da tante persone che hanno partecipato al rito funebre.

Cori da stadio in onore del ventinovenne "Matteo sempre con noi" mentre seppur da dietro le mascherine, su molti volti le lacrime scendevano una dietro l'altra. Applausi e canzoni e anche con le note della banda musicale è stata salutata la salma all'uscita dalla chiesa al termine del funerale.
E sabato scorso prima del match con Venezia, il Frosinone calcio ha voluto omaggiare il suo tifoso. Il difensore Marco Capuano ha portato i fiori nella curva nord dello stadio "Benito Stirpe" di Frosinone.
E tanti i giocatori, e anche ex calciatori del Frosinone, che hanno ricordato Matteo postando messaggi o foto con lui sulle loro pagine Facebook.

E come sono tantissimi i post di persone non solo del capoluogo, ma anche dei paesi limitrofi, che continuano a riempire la bacheca Facebook del ventinovenne.
Messaggi in cui Matteo viene ricordato come un ragazzo generoso, solare, sempre allegro e cordiale con tutti. Un grande amico e un super tifoso del Frosinone calcio.