Padre e marito accusato di maltrattamenti in famiglia viene prosciolto dopo quasi undici anni dai fatti contestati. Come in tutte le storie d'amore, dopo la prima meravigliosa fase sono iniziate piccole incomprensioni. Poi le prime liti. Mentre l'arrivo di due bambini sembrava in parte aver smussato gli angoli.

Invece, tra il 2011 e il 2018, le richieste di intervento dei carabinieri sono aumentate: da parte di lei, di lui e pure dei genitori di lei. Poi la separazione. E l'inizio del procedimento per maltrattamenti.

L'imputato, un musicista, assistito dall'avvocato Simona Petroccione, giovedì è stato assolto dal gup Scalera che ha accolto appieno le tesi della difesa: il rapporto, anche durante le liti, è risultato paritario con aggressioni verbali reciproche. Tali da non rendere configurabile il reato di maltrattamenti in famiglia.