Fa nuovamente sentire la sua voce l'associazione Agorà che nella "piazza virtuale" continua a trattare il tema dello sport in città. E lo fa con una proposta dirompente. Stavolta il sodalizio posa l'attenzione sul "PalaPolsinelli", inaugurato nel 2011 e utilizzato per diversi anni soprattutto per la pallavolo.
"Al momento non si sa bene quale sia il suo destino futuro, oltre a ospitare, almeno per questo periodo di emergenza Covid-19, la postazione della Asl per effettuare i tamponi in modalità drive through", sottolinea Agorà.

Puntando a un discorso più ampio sulla riqualificazione e il recupero degli spazi e delle aree urbane della città, l'associazione propone un progetto di completamento del palazzetto dello sport di Carnello. "L'obiettivo è quello di migliorare ed adeguare alle esigenze dei cittadini le infrastrutture ed i servizi offerti dal territorio circostante. Innanzitutto, è stata analizzata l'area in cui si trova il ‘PalaPolsinelli', compresa la sua posizione baricentrica rispetto ai comuni di Sora, Broccostella, Isola del Liri ed Arpino, e determinato quello che potrebbe essere il bacino di utenza interessato".

Agorà ipotizza un possibile intervento per il completamento del parco sportivo con: un percorso naturalistico polifunzionale nel querceto attiguo al "PalaPolsinelli", un'area naturale da poter utilizzare, ad esempio, per percorsi di running, corsa campestre, laboratori a cielo aperto in collaborazione con le scuole del territorio e così via; quattro campi da tennis; cinque da calcetto; tre campi da pallavolo; quattro campi da beach volley; una piscina comunale aperta nella stagione estiva e coperta d'inverno; una palestra; due campi da bocce; un bar con ristoro e annesso spazio esterno a gestione autonoma; spogliatoi e parcheggi.
Quanto ai fondi necessari per realizzare tutto ciò, Agorà indica lo strumento del project financing che "prevede il coinvolgimento diretto di società private in collaborazione con l'ente pubblico, in questo caso il Comune, promotore di un determinato progetto".