Via la tanto discussa vernice che ha colorato in questi mesi il marciapiede più frequentato della città: quello del ponte della cascata grande. L'area è stata delimitata e sono iniziate le operazioni si rimozione del colore. Con molti curiosi che sbirciano fra le transenne del cantiere e scattano foto.

Da quando il marciapiede è stato verniciato per il contest fotografico "#scattalacascata", il caso ha tenuto banco nei commenti degli isolani e ha scaldato gli ambienti politici cittadini. Il mese scorso il consigliere di minoranza Gianni Scala ha presentato un esposto sul marciapiede colorato. Oltre a puntare il dito contro la scelta dell'amministrazione Quadrini, Scala ha commentato negativamente il suo operato anche in virtù degli incidenti che si sono verificati nelle scorse settimane con la caduta di due persone proprio sul marciapiede incriminato, reso scivoloso dal ghiaccio.

Il sindaco Quadrini ha invece scagionato la vernice da ogni colpa attribuendo le cadute dei malcapitati al ghiaccio che con le basse temperature si forma su entrambi i marciapiedi del ponte. E si è subito attivato per far spargere il sale.

Ora che la vernice viene rimossa, le infuocate polemiche che hanno accompagnato l'opera paiono destinate a spegnersi. Ma l'amministrazione non vuol sentire parlare di pressing: «Nessuno ha anticipato i tempi della rimozione della vernice sul marciapiede - afferma il vicesindaco Francesco Romano -  L'associazione "Stay Isola", trascorsi i novanta giorni, sta provvedendo alla rimozione dell'opera.
È tutto secondo cronoprogramma».

Sicuramente si parla dell'opera pavimentale più chiacchierata nella storia di Isola del Liri, frutto "di un'operazione temporanea di marketing e urbanismo tattico". L'intervento, come più volte spiegato dal sindaco, era nato per «favorire nuovi flussi turistici».
Un obiettivo che per Quadrini è stato pienamente centrato.