Quella di ieri sarebbe la quarta auto in poche settimane ad essere stata presa di mira dai vandali nel parcheggio della stazione ferroviaria. Finestrino del lato anteriore del passeggero completamente frantumato.
Le immagini hanno fatto anche il giro dei social, insieme a un nuovo appello dei pendolari che tornano ad invocare gli impianti di videosorveglianza nell'area esterna alla nuova stazione.

Impianti che si attendono da tempo e che i numerosi fruitori della stazione Ferentino-Supino sperano che vengano sistemati quanto prima, stanchi dei continui atti vandalici ai danni di lavoratori, studenti e quanti soprattutto di buon mattino, non solo da Ferentino ma anche dai paesi limitrofi, parcheggiano l'auto vicino alla stazione per poter poi prendere il treno e raggiungere in particolare luoghi di lavoro o studio.

Si chiede, dunque, agli enti competenti di accelerare sul sistema di videosorveglianza per scoraggiare i soliti ignoti. Progetto su cui sta lavorando l'amministrazione comunale. Attraverso questi strumenti, si potrà infatti favorire un maggiore controllo, reprimere eventuali fenomeni di vandalismo, di violenza, di illegalità, dunque garantire più sicurezza ai cittadini e in questo caso ai numerosi pendolari ferentinati e non solo.

I commenti
«Abbiamo paura a lasciare l'auto - sottolinea un pendolare - Quando scendiamo dal treno e raggiungiamo i parcheggi per riprendere le nostre macchine abbiamo il timore di ritrovarci i finestrini frantumati o il veicolo su quattro blocchetti». «Troppi gli episodi registrati nel tempo - aggiunge un altro pendolare - Speriamo che si acceleri sul progetto delle telecamere anche all'esterno dell'area della stazione, così da scoraggiare i vandali e i ladri».