Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha firmato il decreto di istituzione del Monumento naturale Valle Sant'Angelo, nel territorio di Morolo.
L'area tutelata ha una estensione di 139,637 ettari e ricade interamente nel Comune, includendo l'alta valle di fosso S. Angelo, due porzioni contigue delle valli Bauco e Civita e un'area che dalla Sorgente S. Antone arriva fino a Pietralunga, attraversando l'Eremo di S. Angelo e Rave la Patena.

«Un importante riconoscimento da parte della Regione, in collaborazione con il Comune - ha sottolineato il presidente del consiglio regionale Mauro Buschini - un processo di valorizzazione di un'area particolare per i valori geomorfologici, idrogeologici e paesaggistici, nonché storici, per la presenza in particolare del santuario, e per la presenza di specie floristiche e faunistiche rare e di interesse conservazionistico».