Rissa sfiorata, intorno alle 19, all'esterno dell'ufficio postale di piazza Caduti di via Fani, nel cuore del capoluogo. Secondo quanto riportato dai presenti, una donna sulla quarantina sarebbe entrata nell'ufficio per prelevare allo sportello bancomat senza mascherina.

Poco dopo, quando le persone che erano in fila all'esterno le hanno fatto notare con giusto disappunto che non avesse la mascherina (obbligatoria secondo la vigente normativa per il contrasto al Covid-19), la stessa ha cominciato ad inveire contro i presenti pronunciando parole ingiuriose e avvicinandosi con fare minaccioso ad una donna. Il tutto, ancora senza indossare la mascherina.
Alla minaccia dei presenti di chiamare le forze dell'ordine, la donna si è allontanata continuando a gridare parole sconnesse. Uno di loro ha peró realmente allertato gli agenti della locale questura che hanno raccolto la testimonianza e chiesto una descrizione della donna per risalire all'identità della stessa.

Un episodio increscioso che sarebbe potuto sfociare in una rissa se qualcuno dei presenti avesse reagito. Fortunatamente nulla di ciò è accaduto ma resta la rabbia nei confronti di chi, in piena emergenza sanitaria, continua a non rispettare le regole nella totale mancanza di senso civico. Ma anche umano.