Finanziato il progetto di ampliamento della rete di video-sorveglianza. In proposito, il sindaco Tommaso Ciccone dichiara con soddisfazione: «Vogliamo preservare i cittadini e il territorio in modo costante e affidabile, utilizzando tecnologie nuove e strumenti all'avanguardia capaci di difendere la tranquillità della comunità pofana». L'installazione di ulteriori dieci telecamere, per un totale di 30, consentirà un più accurato controllo su gran parte del territorio comunale, garantendo un presidio costante di sicurezza nelle zone più a rischio del paese.

La finalità è quella di tutelare i cittadini, prevenendo atti di criminalità o di inciviltà, ma anche di contrastare i fenomeni di devianza o degrado. Il progetto di video-sorveglianza, denominato "PofiSicura", prevede la più ampia e omogenea distribuzione di telecamere, necessaria per un monitoraggio efficace delle zone periferiche e centrali del paese.

Inoltre, con l'impianto "Targa System" sarà possibile accertare la presenza e il transito di veicoli rubati, privi di assicurazione o non in regola con la revisione.
Il cuore tecnologico dell'infrastruttura per la video-sorveglianza è installato all'interno del comando della Polizia locale, dove convergono tutte le immagini. Queste possono essere visualizzate in tempo reale, rese disponibili anche per le altre forze dell'o rdine e archiviate in formato digitale per una successiva consultazione.

«L'intenzione dell'Amministrazione comunale conclude il primo cittadino è quella di realizzare un sistema di videosorveglianza che ricopra tutto il paese, incluse le contrade più lontane dal centro urbano». Dunque, l'impegno del sindaco Ciccone può tranquillizzare la cittadinanza. La sicurezza è prioritaria soprattutto nelle contrade che si estendono in periferia e le cui aree più decentrate non devono essere trascurate.