«La storia di Ilenia Siciliani è uno dei quei piccoli miracoli quotidiani che riescono a fare scalpore anche tra i media più laici. Ventisei anni, atleta, amante delle due ruote, Ilenia covava una vocazione che è venuta fuori dopo un viaggio a Medjugorje». Con queste parole l'Associazione nazionale carabinieri, sezione di Ausonia, ha iniziato il suo augurio alla giovane roccaseccana che si è svestita della divisa portata con tanto onore per ricevere la vestizione. E diventare novizia.

Sabato a Roma la conferma di una scelta fatta nel 2019 dopo un viaggio a Medjugorje dove ha abbracciato la vocazione religiosa tra le missionarie della Divina Rivelazione. La giovane prestava servizio a Caltanissetta dopo aver superato la selezione per l'Arma dei carabinieri; prima ancora nell'Aereonautica militare, poi nell'esercito. In Sicilia, nei due anni di servizio, ha dimostrato intuito e preparazione, impegnata in operazioni importanti. Ma il suo posto non era lì.

Non un percorso facile, ma fatto con una consapevolezza straordinaria: «Sarà in sintonia con la "prima vita", come proseguire il cammino da carabiniere, nel senso di un profondo senso di giustizia» aveva detto ai colleghi in una messa, per salutarli. «Lo stesso senso di giustizia che anima L'Arma: un'istituzione che resta nel mio cuore e che con me attraverserà le porte del convento» aveva aggiunto.

Sabato, il giorno più bello
Sabato a Roma ha coronato il suo sogno. L'emozione non è stata solo della sua famiglia - il papà operaio, la mamma casalinga e la sorella maggiore - ma di tutta la comunità. Roccasecca ha seguito questo percorso di vita e questa scelta con sincera partecipazione. «L'amministrazione comunale e la comunità tutta augurano a Ilenia di vivere questo nuovo percorso di vita missionaria con coraggio e spirito di abnegazione» il messaggio che le è stato dedicato. E Ilenia non ha mancato di rispondere: «Grazie a tutti voi concittadini di Roccasecca. Vi porto nel cuore e vi assicuro la mia costante preghiera».

L'augurio
«Una decisione accolta con allegria e gioia anche da chi le è stato vicino in questi anni come colleghi ed amici che hanno voluto salutarla per l'ultima volta prima della partenza per il convento di destinazione a Roma con una celebrazione religiosa in suo onore.
Una scelta forte ma piena di gioia quella di Ilenia, che lascia un lavoro sicuro e uno stipendio, oltre a rinunciare alla divisa che ama. Ora è tempo di indossarne una nuova, quella che la porterà a fare un gran bene alle anime delle persone. Auguriamo tutto il meglio e le nostre preghiere per Ilenia Siciliani» hanno commentato dall'Associazione nazionale carabinieri, sezione di Ausonia.