Ieri mattina, all'hospice "Casa delle farfalle" di Isola del Liri, si è spento all'età di 81 anni Rodolfo Damiani. Oggi i funerali, alle 15.30, nella cattedrale Santa Maria Assunta. «Perdiamo una figura indimenticabile per la nostra città: onesto e colto, un amico sincero ed affabile», ha detto il sindaco Roberto De Donatis.
Nato a Roma ma ormai sorano d'adozione, Rodolfo Damiani lascia un grande vuoto. La città, attonita, ha appreso ieri della sua scomparsa avvenuta proprio nel giorno della festa di San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti e dei comunicatori.

«Rodolfo, dalla personalità poliedrica dalle mille sfaccettature, era membro dell'Accademia Federiciana ed "Alfiere della cultura" dell'Accademia Internazionale Vesuviana; nelle vesti di poeta ha conquistato successi nazionali ed internazionali, portando alto il nome di Sora. Legatissimo alla nostra città, ha combattuto tante battaglie in difesa dei nostri presidi sanitari, a sostegno dei più deboli», ha aggiunto il sindaco ricordando le tante collaborazioni di Damiani con il comitato permanente del Carnevale del Liri.

«Grande il senso civico del nostro Rodolfo anche come iscritto all'Associazione Aeronautica-Sezione di Sora - aggiunge il sindaco - Le collaborazioni con il Comune e con le associazioni del nostro territorio sono state numerosissime nel corso degli anni: Rodolfo ha firmato eventi culturali, mostre e spettacoli di alta caratura. Appassionato di storia locale e di giornalismo, oltre alle sue doti culturali, è l'aspetto umano di Rodolfo che ci ha conquistato: la sua affabilità, l'ironia, la sua innata simpatia le porteremo per sempre nel cuore. Alla famiglia Damiani giungano le più sentite condoglianze da parte mia e dell'intera città di Sora».
La salma sarà cremata. A seguire il servizio funebre la ditta Ianni e Caira.