Quattro adolescenti iscritti sul registro degli indagati per minacce, stalking e danneggiamento. Accusati di atti di bullismo nei confronti di un loro compagno, uno studente di 16 anni di un istituto superiore della città di Ferentino. La notizia ha destato sconcerto e clamore, oltre alla solidarietà verso la vittima. Il ragazzo ha raccontato al padre il quale tramite l'avvocato Antonio Ceccani ha fatto scattare la denuncia, dopo essere riuscito a trovare il coraggio e la forza, le vessazioni e gli atti di bullismo di cui era vittima da circa uno anno e mezzo.

La Lega Giovani di Ferentino, esprime vicinanza e solidarietà allo studente bullizzato dai propri compagni di scuola in un istituto superiore di Ferentino. Un appello è arrivato dal coordinatore Lega Giovani della Provincia di Frosinone Maria Veronica Rossi e dal coordinatore della Lega Giovani di Ferentino Valerio Fontecchia «Un fenomeno, quello del bullismo, che si deve continuare a combattere attraverso una maggiore sensibilizzazione tra i ragazzi, soprattutto all'interno delle scuole e con la preziosa collaborazione delle famiglie, al fine di creare nei giovani un senso di cittadinanza responsabile che contrasti e prevenga sia il bullismo sia il cyberbullismo.

Le attenzioni sulla tematica non sono mancate da parte della Lega nei lavori sia della Camera sia del Senato aggiungono Rossi e Fontecchia tanto che prima di questo caso, l'onorevole Gianfranco Rufa (Lega) aveva discusso il disegno di legge sull'in troduzione dell'insegnamento scolastico dell'educazione civica proponendo di introdurre l'insegnamento trasversale dell'educazione civica nel primo e nel secondo ciclo di istruzione e l'avvio di iniziative di sensibilizzazione alla cittadinanza responsabile nella scuola dell'infanzia.
L'auspicio per il futuro è che episodi simili non accadano più»