La curva dei contagi si mantiene stabile in questa settimana. Picchi oltre i duecento casi giornalieri non se ne sono avuti e, anche ieri, il dato è rimasto intorno a quota cento, con 93. Il che porta la media di questa settimana a 89 casi giornalieri, al momento la migliore dal periodo 5-11 ottobre, chiuso con 29, prima cioè dell'arrivo dei contagi in tripla cifra.

Nel bollettino di ieri si registrano un decesso e 147 guariti. A proposito di vittime, anche l'ultimo aggiornamento sull'andamento della mortalità nelle città italiane conferma che a Frosinone si registra un incremento di decessi rispetto alla media degli ultimi cinque anni.

I casi 
Sono 93 i nuovi positivi in Ciociaria, tredici in meno del precedente bollettino. E, a fronte dell'incremento del numero di tamponi, da 872 a 1.256, si abbassa il tasso di positività che tocca il 7,4%, il dato minimo della settimana. I nuovi casi arrivano da San Vittore 10, Ferentino 9, Cassino 8, Frosinone, Monte San Giovanni Campano, Roccasecca e Sant'Apollinare 6, Castelliri 4, Ceprano e Isola del Liri 3. Da lunedì a ieri i positivi scoperti sono stati 445 per una media, nell'arco delle 24 ore di 89. Decisamente più bassa di quelle dell'ultimo periodo, 119,86 tra il 4 e il 10 gennaio, e 165 tra il 28 dicembre 2020 e il 3 gennaio 2021.

Prima ancora si è registrata una media di 97,43 fino al 27 dicembre, quindi 106 nelle due settimane precedenti, poi 99,57 tra il 30 novembre e il 6 dicembre, 134,42 nella settimana prima ancora (23-29 novembre), 225,71 tra il 16 e il 22 novembre, 224,29 tra il 9 e il 15 novembre, 292 (la settimana del picco con un totale di 2.044 casi) nel periodo 2-8 novembre. Per trovare una settimana con meno contagi degli attuali 88 giornalieri bisognerebbe, così, retrocedere ai 29,14 del periodo 5-11 ottobre e, dunque, prima che scoppiasse la seconda ondata. A gennaio i casi sono 1.784 (media 118,93 nelle 24 ore).

Il report
Sono in crescita i morti nella città di Frosinone da ottobre al 29 dicembre. È quanto emerge dall'ultimo rapporto del ministero della Salute e del Centro nazionale di prevenzione e controllo delle malattie.
Secondo l'"andamento della mortalità giornaliera (Sismg) nelle città italiane in relazione all'epidemia di Covid-19" a Frosinone nel periodo 1-29 dicembre si registrano 36 decessi rispetto ai 30 attesi (la media degli ultimi cinque anni) con un incremento percentuale del 20%. Ma c'è chi fa decisamente peggio come Verona (142%) o Trento (109%). La media del centro-Sud è 24%, quella del Nord 38%. Nel mese precedente (1-30 novembre) a Frosinone si sono contati 36 decessi rispetto a un dato atteso di 31, con un aumento del 16%. In questo caso Bolzano con il 129% e Torino con il 109% e Aosta con il 100% fanno peggio di tutti.

La media del Centro-Sud è del 48%, quella del Nord del 74%.Nel periodo 1-31 ottobre a Frosinone 40 decessi, rispetto a una media del quinquennio di 28, per un più 43%, seconda solo al 48% di Cagliari. La media del Centro-Sud è 23% come quella del Nord 23%. Va detto, però, che, per Frosinone, l'indice di incertezza statistica è più alto, il che significa che i valori possono essere influenzati dal caso, come anche dal basso numero di eventi registrati.

Per Frosinone il periodo peggiore in termini di mortalità è la settimana tra il 9 e il 15 dicembre con 13 decessi, seguita con 10 dalle settimane 16-22 dicembre e 4-10 novembre. Poi 9 decessi tra il 25 novembre e il 1°dicembre, 8tra l'11 e il 17 novembre e tra il 28 ottobre e il 3 novembre, 7 tra il 23 e il 29 dicembre, 6 tra il 2 e l'8 dicembre, 5 morti tra il 18 e il 243 novembre. La fascia più colpita è quella degli over 85 con 39 decessi, pari al 51,3%, quindi quella tra i 75 e gli 84 anni con 22 decessi, 28,9%. Poi 10 casi tra le persone con un'età compresa tra i 65 e i 74 anni e 5 per chi aveva meno di 64 anni.

I guariti
Sono 147 i negativizzati. Di questi 24 sono di Cassino, 15 di Frosinone, 7 di Ferentino, 6 di Monte San Giovanni Campano, 4 di Roccasecca, 3 di Ceprano e poi tutti gli altri paesi.

I vaccini
Nel Lazio 96.312 vaccini somministrati, di cui 5.953 di ieri. L'Asl di Frosinone, quarta nel Lazio, ha eseguito 7.761 vaccini. In testa c'è sempre Roma A con 11.042.
Nelle altre province Latina è a 5.441.