Seconda tornata di consegna dei buoni spesa. Sono centoundici i nuclei familiari che stanno usufruendo della misura di sostegno e che, dopo questa seconda fase, potranno usufruire di ulteriori buoni.
Il Comune sta gestendo in questa fase bonus per un valore complessivo di circa 120mila euro coperti con fondi regionali, di cui 29mila euro assegnati recentemente e circa 92mila residui della precedente fase, comprensivi dei finanziamenti ministeriali e delle donazioni.

Soddisfatto il consigliere delegato Dino Fortuna dichiara: «Siamo nella seconda fase, abbiamo consegnato oltre mille buoni spesa. Garantiamo il sostegno dovuto a chi ne ha bisogno in questo momento così delicato, in cui è difficile per alcuni provvedere anche ai bisogni primari. Le istanze dei cittadini sono state accolte, siamo al fianco dei più deboli. Ricordo che a Ceprano, oltre ai buoni spesa, è attiva sul territorio la "Spesa Sospesa" nei negozi di generi alimentari, macellerie e frutterie. È attivo anche il servizio della spesa a domicilio, che è garantito dagli esercenti o dai volontari dalla Protezione civile». Il protrarsi della situazione di emergenza preoccupa e rende ancora più difficile la ripresa, la fase critica non è stata superata e il perdurare dell'epidemia peggiora le condizioni di tante famiglie.

I buoni spesa, sebbene di valore limitato, rappresentano un aiuto straordinario introdotto dal Governo per far fronte al periodo di emergenza sanitaria causata dal Coronavirus, sostenendo economicamente i cittadini in difficoltà. Un aiuto che già nella prima fase ha dato un po' di ossigeno alle famiglie. Il Comune conosce bene la situazione del territorio grazie all'attività svolta nella prima fase. Pertanto, in questa seconda ondata, è stato più semplice e rapido intervenire e gestire la situazione, anche grazie all'immediata disponibilità di fondi. La macchina operativa è al lavoro, mentre anche le associazioni di volontariato continuano ad assicurare la loro presenza al fianco di chi ne ha bisogno. Quindi, la collaborazione fra istituzioni, associazioni e cittadini si è rivelata efficace consentendo di realizzare una rete di solidarietà.