Martedì il Consiglio di Amministrazione della Banca Popolare del Cassinate ha provveduto alla nomina del nuovo presidente. Il CdA, all'unanimità, ha eletto Vincenzo Formisano, già vicepresidente dell'istituto. Una scelta di continuità con l'opera del presidente Donato Formisano, scomparso lo scorso 27 dicembre e che testimonia la volontà della BpC di continuare, come sempre, a unire la tradizione e il legame con le radici storiche a una forte spinta innovativa, al fine di rendere la banca sempre più al passo con i tempi e sempre più pronta ad affrontare le sfide future.

Nicola Toti, che per oltre 10 anni ha ricoperto il ruolo di direttore generale è stato nominato vice presidente e affiancherà Vincenzo Formisano nella presidenza del CdA e nella guida della banca. L'incarico di direttore generale, dallo scorso 1 gennaio, è stato affidato a Roberto Caramanica. L'incarico di vice direttore generale è ricoperto da Valter Pittiglio, responsabile dell'area operations della BpC.