Arrivano nuove cartelle di pagamento da parte della società TreEsse Italia e scoppia una nuova polemica.
Proprio in questi giorni sono state recapitate a casa di molti contribuenti pontecorvesi delle cartelle di pagamento. A trasmetterle è stata la società TreEsse Italia che fino a metà dello scorso anno si è occupata del servizio di riscossione dei tributi comunali. Avvisi che hanno sollevato numerose polemiche con alcuni cittadini che sostengono di aver trovato errori e chiesto interventi al sindaco Rotondo.

Il contratto
La società non è più in forze nel Comune. La decisione, dopo molte polemiche che si sono susseguite nel corso degli anni, è stata assunta dalla maggioranza lo scorso anno. L'amministrazione decise di non procedere con una proroga del contratto chiudendo così la collaborazione tra l'Ente comunale e la società. Una decisione che è stata particolarmente apprezzata dalla cittadinanza che, nel corso del tempo, ha chiesto più volte di rivedere una decisione assunta negli anni pregressi. Tuttavia la TreEsse è rimasta in carica per le annualità in corso fino alla chiusura del contratto. Per il futuro, come deciso dall'amministrazione, l'attività di riscossione sarà esercitata dall'Agenzia delle Entrate Riscossione.

Le cartelle
In questi giorni, però, sono molti coloro che hanno ricevuto da parte della TreEsse delle cartelle di pagamento per tributi comunali che non sarebbero stati versati. Richieste che hanno fatto trasalire tanti cittadini.
Alcuni, in particolare, si sono rivolti al primo cittadino segnalando che in quegli avvisi c'erano degli errori.
Importi che, secondo alcuni, non sarebbero dovuti o quantomeno non sarebbe dovuta la cifra richiesta in prima istanza.

Sindaco in azione
Sul caso è subito intervenuto il primo cittadino che ha chiesto a tutti coloro che ravvisano errori di trasmettere queste cartelle di pagamento: «In questi giorni ho ricevuto segnalazioni da parte di molti cittadini sul recapito di cartelle di pagamento da parte delle TreEsse Italia srl, la concessionaria dei tributi comunali alla quale non è stato rinnovato il contratto. In attuazione del regime di controllo chiedo ai cittadini di segnalare all'indirizzo di posta elettronica sindaco@comunedipontecorvo.it lecartelle anomale,palesemente contraddittorie e sbagliate.
Nell'occasione informo la cittadinanza che, la TreEsse recentemente ha inoltrato richiesta di proroga del contratto, richiamando l'emergenza sanitaria in atto, ma non c'è stata alcuna proroga. La suddetta società gestisce solo il pregresso, fino al 4 agosto 2020, come per legge».