Classe 1963, positiva al Covid e costretta a raggiungere l'ambulanza a piedi sotto la pioggia battente. La donna, residente in via Campo dei grilli, a Isola del Liri superiore, il giorno del suo compleanno è stata ricoverata all'ospedale di Frosinone per complicanze sopraggiunte dopo il contagio. Anche altri componenti della sua famiglia sono positivi e in isolamento domiciliare.

Quando i soccorsi sono arrivati si è presentato il problema: i sanitari del 118 non hanno potuto raggiungere la casa con l'ambulanza perché nella strada senza uscita non è consentito l'accesso dato che prima c'è una proprietà privata. A raccontare i fatti è stato il marito della donna che non accetta quanto la sua famiglia e gli altri vicini di casa sono costretti a vivere ormai da anni.

Sabato la signora ha avuto bisogno di cure mediche. Sul posto è arrivata sì l'ambulanza e la dottoressa, ma il mezzo, a causa dei paletti e delle transenne poste da un residente, non è riuscito a raggiungere la casa della donna; quindi gli operatori sanitari sono stati costretti a proseguire a piedi.

«Da un anno e mezzo abbiamo depositato in Comune 24 firme di residenti in questa strada. Viviamo un disagio e in caso d'emergenza i mezzi non possono raggiungerci», sottolinea l'uomo che vorrebbe che un giudice risolvesse la situazione.