Come è finito nel fossato, per quanto tempo è rimasto fuori al freddo prima che il fratello e alcuni cacciatori lo trovassero privo di sensi in un bosco ad Arnara. Domande avvolte nel mistero. È stato trovato ieri mattina in uno stato di ipotermia M.F. 28 anni del posto.
Il ragazzo è ricoverato in gravi condizioni all'ospedale "San Camillo" di Roma dove è stato trasportato con un'eliambulanza. Sul luogo sono intervenuti anche i carabinieri che hanno avviato subito tutti gli accertamenti del caso.

La ricostruzione
Erano circa le 7 di ieri quando il ventottenne è stato trovato riverso a terra, esanime. Il fratello era andato a caccia con altri compagni quando ha visto una persona in un fossato. Insieme agli altri è subito corso per prestare soccorso. Mai avrebbe immaginato che potesse essere suo fratello. Immediatamente sono stati contattati i soccorsi. Sul posto sono intervenuti gli operatori del 118 che hanno prestato le prime cure al giovane. Vista la gravità delle sue condizioni, i medici hanno però disposto per il ragazzo il trasferimento in una struttura più attrezzata per le cure del caso.

I soccorsi
È stato, pertanto, richiesto l'intervento di un'eliambulanza con cui il ventottenne è stato trasportato all'ospedale "San Camillo" della capitale.
Dai primi elementi raccolti dai militari, potrebbe essere stato colto da un malore. Poi con il calare della notte e del freddo, il ventottenne non è riuscito quindi a rincasare. Ieri mattina è stato ritrovato nel bosco e subito soccorso e ricoverato in coma farmacologico nella struttura ospedaliera romana. Sono ore di apprensione per i familiari e gli amici che sperano che il loro caro possa rimettersi presto.