L'autopsia sulla salma di Rocco Di Ruzza si terrà domani nella sala settoria dell'ospedale di Cassino. Dal referto del medico legale la procura della Repubblica di Cassino attende indicazioni importanti per chiarire le cause e le circostanze della morte del quarantenne avvenuta la sera del 31 dicembre a Isoletta d'Arce.
Secondo quanto trapelato da una prima ricostruzione dei fatti, Rocco si trovava a casa di un amico con quest'ultimo e altre due persone, tutte residenti nel circondario. Avrebbero dovuto trascorrere la notte di Capodanno insieme festeggiando arrivo del 2021. Ma il quarantenne si è sentito male.

Gli amici hanno chiamato il 118 ma quando gli i soccorritori sono giunti nell'abitazione non hanno potuto fare altro che constatare la morte dell'uomo. La salma è stata poi trasferita all'obitorio dell'ospedale di Cassino. Alle prime luci dell'alba di venerdì i carabinieri hanno effettuato un'accurata perquisizione nella casa dov'è avvenuta la tragedia alla ricerca di sostanze che potrebbero aver provocato il decesso dell'uomo. Ma, stando a quanto trapelato, la perquisizione avrebbe dato esito negativo. Il proprietario dell'abitazione si è affidato all'avvocato Nicola Ottaviani per tutelare la sua posizione.

Una morte improvvisa che ha lasciato tutti costernati. Rocco Di Ruzza era molto conosciuto a Isoletta dove aveva gestito il bar-pizzeria di famiglia. Sarà l'esame autoptico di domani a fornire indicazioni agli inquirenti sulle cause dell'improvviso decesso, sull'orario, le circostanze in cui è avvenuto e le eventuali responsabilità degli amici presenti. Dopo l'autopsia e il dissequestro della salma verrà fissato il funerale.