Nemmeno il covid ha fermato la realizzazione delle opere natalizie da parte dell'artista Virginio Scaramastra. Definirlo semplicemente un artista è riduttivo, Virginio infatti è l'uomo dalle mani fatate, da sempre i suoi lavori hanno fatto eco non solo in città ma anche nel comprensorio.

Muratore, elettricista, idraulico, pittore, scultore ed ora anche maestro presepiale. Da qualche anno, l'artista Scaramastra si diverte a costruire presepi per poi donarli alle chiese della città. È arrivato a ben 21 opere.

Ogni realizzazione costa giornate di fatica e organizzazione, ma nulla spaventa Virginio. «Faccio tutto ciò - spiega - per il bene della città. Da sempre ho lavorato per hobby il legno, creare presepi è una grande soddisfazione perché ad ogni opera unisco l'amore e il fascino del santo Natale».

«Nelle mie riproduzioni di legno - prosegue - figurano i classici personaggi Maria, Giuseppe, il Bambinello, ma anche persone che hanno animato e non poco il nostro secolo. Mi diverto e in più creo per poi regalarli alle chiese».

«Non esiste ricompensa più grande di quella di vedere il sorriso stampato sulla faccia di chi riceve i miei lavori.
Non solo statuine realizzate in legno - tiene a precisare - ma anche mangiatoie, fontanili, caseggiati rurali, montagne, ponticelli, chiesette e quanto serve per ricreare la magica atmosfera della notte più lunga dove è venuto alla luce il nostro Signore».

Insomma ben 21 opere per rivivere la natività, opere queste in mostra all'in terno della chiesa di San Pietro a Fiuggi Città. Un personaggio Virginio che la città si onora di avere tra le sue fila, un artista completo ma soprattutto una persona innamorata della propria città e del suo quartiere che sorge nel cuore del vecchio borgo a due passi dalla cattedrale di San Pietro.